Che cos’è lo slug e come ottimizzarlo

Uno slug è una stringa composta da lettere minuscole e trattini che ha lo scopo di indicare tramite un URL valido in maniera univoca l’informazione di un sito o di un blog. Più comunemente chiamato Link lo slug viene utilizzato per identificare una elemento multimediale di un sito web (es. pagina, articolo, immagini, video etc)
Nei CMS (es WordPress, Prestashop etc) viene creato partendo dal titolo di un post, da una pagina o da una categoria.
È anche conosciuto con il nome di permalink ed è un valido alleato per l’ottimizzazione SEO all’interno dei motori di ricerca.

Quando Utilizzare lo Slug e Caratteristiche

Lo Slug può essere utilizzato sulla piattaforma WordPress o di CMS similari al momento della creazione di un articolo, di una pagina o di un qualunque documento multimediale.
Ha la peculiarità di essere univoco e non ripetibile per facilitare la ricerca su Internet dell’elemento all’interno del sito.
Qualora venga eliminato un post ma non viene svuotato il cestino e si desidera chiamare la pagina col medesimo nome, alla stringa verrà aggiunto un suffisso numerico.
All’interno dello slug non vi sono inoltre nè apostrofi nè accenti: è dunque possibile unificare le due parole o dividerle con un trattino.

Come Funziona lo Slug

Lo slug viene formato dalla piattaforma stessa, la quale prende il titolo del post dividendo le parole con dei trattini.
Naturalmente può essere modificato a piacere mediante l’apposita funzione e ciò può essere molto utile per abbreviare la stringa, rendendola anche più facile da ricordare e da scrivere.

Slug e Posizionamento SEO

Gli slug o permalink devono essere modificati prima dell’indicizzazione sui motori di ricerca, diversamente si andrebbe a creare un link interrotto con tanto di errore 404: la pagina web non sarebbe dunque più raggiungibile dall’indirizzo precedente, obbligando ad azioni di reindirizzamento per far risalire gli utenti al nuovo URL.
Durante la creazione dello slug è fondamentale fornire a questi ultimi e ai motori di ricerca le informazioni salienti del contenuto dell’articolo.
L’utilizzo di parole chiave e la creazione di link facilmente memorizzabili risulta sicuramente una buona mossa.
Evitare infine l’utilizzo di stopwords, a meno che non siano necessarie per dare chiarezza.

Per migliorare la navigazione in questo sito usiamo i cookies. Ci dai il permesso? Più informazioni