Come fare uno Screenshot sul PC

Gli Screenshot sono immagini che riproducono ciò che viene mostrato sul monitor. Si tratta di una fotografia dello schermo così com’è quando viene scattata, con finestre e programmi aperti, icone e tutto ciò che è visibile. Gli Screenshot possono essere utili per illustrare determinati procedimenti informatici mostrandoli passo per passo o per salvare un messaggio visualizzato, ad esempio un messaggio d’errore, per poterne poi studiare le ragioni.

Ottenere uno screenshot sul pc è semplicissimo. Windows 7, 8 e 10 mettono a disposizione un comodo strumento di cattura proprio per scattare screenshot completi dello schermo o di singole icone aperte. Per trovare questo utilissimo tool sarà sufficiente cercarlo nella barra di Start o nello Start Screen, a seconda della versione di Windows in uso. Una volta aperto questo strumento sarà possibile selezionare la porzione di schermo da fotografare, ad eccezione ovviamente delle finestre dello strumento di cattura stesso. Una volta selezionata l’area e scattato lo screenshot lo strumento di cattura permette di intervenire su quest’ultimo con alcuni semplici strumenti, come l’evidenziatore.

Lo strumento di cattura permette di salvare poi lo screenshot in diversi formati grafici, come gif, jpeg e png. Per semplificare ulteriormente le cose è possibile usare una comoda scorciatoia da tastiera. Il tasto Stamp, che in alcune tastiere può essere indicato come Print Screen, serve proprio per gli screenshot. Premendolo viene scattata un’istantanea dell’intero schermo così com’è al momento. L’immagine viene salvata nella clipboard del pc per essere visualizzata deve essere incollata in un documento vuoto di un qualsiasi software di grafica. In tutte le versioni di Windows è compreso Microsoft Paint, che può essere sufficiente per questa operazione. Per ottenere un file con lo screenshot è sufficiente aprire il programma e incollare il contenuto degli appunti, premendo Ctrl+V oppure selezionando Incolla nella tendina che si apre premendo il tasto destro del mouse. Sarà quindi possibile mofidicare il file secondo necessità e salvarlo in tutti i formati compatibili con il software utilizzato.

Windows 7, 8 e 9 semplificano ulteriormente il procedimento. Premendo contemporaneamente i tasti Stamp (o Print screen) e Win verrà scattato lo screenshot e salvato automaticamente come file nella cartella Immagini. Questo screenshot potrà poi essere aperto e modificato con tutti i più comuni shoftware di fotoritocco e grafica, pubblicato online come immagine o inviato. Gli strumenti offerti da Windows permettono di realizzare screenshot di buonissima qualità, ma esistono anche dei software dedicati che offrono più opzioni e una maggiore possibilità di personalizzare lo screenshot.

SnapCrab ad esempio è un software gratuito per Windows appositamente realizzato per scattare degli screenshot. Il software permette di salvare immagini dello schermo intero, di singole finestre o di aree selezionate del desktop. Il programma si installa facilmente ed è molto semplice da usare. Lo screenshot viene salvato di default come un’immagine png posizionata sullo schermo, ma ci sono molte altre opzioni selezionabili e diversi formati disponibili per il salvataggio dello screenshot. Un altro buon software è GreenShot. Il suo funzionamento è molto simile a quello dello strumento di cattura di Windows, ma, grazie ad appositi plugin, questo programma permette di salvare direttamente i file su Dropbox o Imgur.

Lo screenshot può essere utilizzato anche per salvare delle pagine web da rivedere in seguito offline. Per ottenere questo scopo è possibile utilizzare il software gratuito Web Capture. Quest’ultimo è accessibile via browser e non richiede installazione. Oltre alla cattura del contenuto dello schermo permette di salvare intere pagine web, servizio molto utile per chi vuole ottenere un’immagine di una pagina che non sta in un’unica schermata e che quindi avrebbe bisogno di più screenshot per essere visualizzata nella sua interezza.

Per migliorare la navigazione in questo sito usiamo i cookies. Ci dai il permesso? Più informazioni