Come guadagnare con YouTube?

YouTube (la più grande ed utilizzata piattaforma del web che consente la visualizzazione e la condivisione di video online) ha, negli ultimi anni, messo a disposizione dei propri iscritti molteplici possibilità di guadagno.
Guadagnare con YouTube è possibile ed è la soluzione ideale per chi, avendo un po’ di tempo a disposizione, decide di sfruttarlo in modo costruttivo. Molti però non conoscono ancora direttamente le modalità concrete per realizzare un piccolo guadagno con Youtube, per far sì che questa piattaforma possa trasformarsi in una possibilità concreta di racimolare qualche soldo.
La disinformazione genera due ordini di conseguenze: da un lato, lo scoraggiamento di chi è meno esperto del settore; dall’altro, al contrario, le false aspettative di chi, allettato da falsi miti, pensa sia facile raggiungere in poco tempo cifre da capogiro. Occorre pertanto chiarire un concetto prima di procedere oltre: guadagnare con YouTube è possibile, ma questo sistema non ti renderà certo ricco nell’immediato.
Realizzare guadagni con YouTube significa investire! Cosa? Tempo, passione e costanza. Bisogna considerarlo un piccolo investimento lavorativo e non già un hobby a cui è possibile dedicarsi sporadicamente.
Un serio Youtuber ha bisogno di farsi conoscere, di condividere la propria esperienza nel web, in modo da ottenere molte visualizzazioni. Un vero Youtuber lavora sodo dando spazio al proprio talento e alla propria creatività.
Non bisogna poi tralasciare un ulteriore aspetto, quello rappresentato dalla violazione del copyright, e per questo è necessario che i video caricati siano soltanto quelli da te realizzati, o per i quali si è in possesso di un’autorizzazione per il suo utilizzo. Ciò vuol dire inoltre: non utilizzare, nei propri video, dei contenuti il cui copyright è di qualcun altro, senza disporre delle autorizzazioni necessarie. Il mancato rispetto di queste semplici regole comporterà pesanti sanzioni.
Fatte le dovute premesse, focalizziamo ora la nostra attenzione sulle possibilità concrete di guadagno con Youtube.
Il primo metodo consiste nella pubblicità. Per intenderci, stiamo parlando di quella che ci viene mostrata proprio durante la visualizzazione dei video, ma anche all’inizio del caricamento. Per ottenerla, è necessario essere partner di Youtube e non essere stato, in precedenza, sanzionato per infrazioni al copyright. E’ ovviamente consigliato avere un discreto numero di visualizzazioni e molti video caricati. Vediamo i passaggi con attenzione.
All’interno dell’area a noi riservata su Youtube, clicchiamo su “Creator Studio” e successivamente su “Canale”. Dopo aver selezionato “Stato e Funzioni”, clicchiamo nel riquadro “Monetizzazione“. Non ci resta, a questo punto, che seguire la procedura indicata passo dopo passo e, una volta ottenuta l’autorizzazione, promuovere il più possibile il nostro canale al fine di aumentarne le visualizzazioni. Dal momento che i tuoi guadagni verranno pagati tramite il sistema Adsense, prima di attivare la pubblicità sui tuoi video Youtube, è necessario inoltre collegare il tuo account a quello di Adsense.
Un altro metodo per guadagnare seriamente grazie a Youtube è rappresentato dai canali con iscrizione a pagamento. In sostanza, si tratta di una novità che arriva oltreoceano e che permette la creazione di un canale per la cui fruizione l’utente è tenuto a pagare un’iscrizione, che può essere mensile oppure annuale.
In qualità di titolare del canale puoi scegliere di offrire una variegata lista di offerte, dando così ai tuoi utenti la possibilità di scelta tra vari piani di iscrizione. Ancora, in qualità di titolare, sei libero di decidere quali video vuoi che vengano visualizzati in maniera gratuita, e quindi accessibili a tutti, e quali far rientrare nel piano a pagamento.
Di regola, l’utente che accetta l’iscrizione al tuo canale a pagamento, ha a disposizione un periodo di prova pari a 14 giorni, durante il quale conserva il suo diritto alla cancellazione senza che gli venga addebitato alcun costo per la fruizione del servizio. Vediamo come procedere alla creazione di un canale a pagamento.
Anzitutto, quale condizione necessaria per la creazione di tale servizio, è richiesto ovviamente il possesso di un canale Youtube (gratuito) e di circa 10.000 iscritti. Pertanto, se il tuo canale non soddisfa i requisiti richiesti, è impensabile renderlo a pagamento!
Sempre all’interno dell’area a noi riservata su Youtube, clicchiamo su “Creator Studio”, “Canale” e selezioniamo “Stato e Funzioni”. Troveremo un riquadro dal titolo “Iscrizioni a pagamento”. Ci basterà cliccare su “Attiva” e seguire la procedura indicata.
Con questa piccola guida, avrai avuto modo di notare che le modalità per guadagnare con Youtube sono davvero molteplici. Basta semplicemente guardarsi dal percepire Youtube come uno strumento di guadagno facile e mettere a disposizione dei propri utenti prodotti originali e di qualità.

Per migliorare la navigazione in questo sito usiamo i cookies. Ci dai il permesso? Più informazioni