Videosorveglianza e allarme casa come proteggersi dai furti

Le tecniche di videosorveglianza e di protezione della casa sono notevolmente migliorate negli ultimi anni. Algoritmi di riconoscimento del volto, notifiche in tempo reale, controllo da remoto dei sistemi di antifurto wireless, domotica ed automazione sono tutte cose che possono essere implementate con facilità ed in maniera economica. I furti sono in aumento e la paura di trovarsi un estraneo, un intruso in casa è cresciuta. Installare un sistema di antifurto è facile, basta affidarsi a professionisti della sicurezza. E’ bene però conoscere e riconoscere i prodotti che andremo ad installare.

Partiamo subito con la centralina. E’ il centro del sistema, l’apparecchio che controlla e comanda tutto. Al dispositivo sono connesse le telecamere di videosorveglianza, i sensori di riconoscimento, eventuali barriere perimetrali, l’antifurto garage, i contatti per le finestre, i rilevatori esterni a microonde o a raggi infrarosso.

Le nuove centraline possono essere anche controllate da internet, attraverso un’app gestita dal proprio smartphone. Inviano in tempo reale un segnale di allarme in caso di intrusione e le telecamere trasmettono in diretta  quello che stanno riprendendo. Addirittura, nel caso di modello dotato di motore, possiamo effettuare movimenti dell’ obiettivo, fare zoom per stringere sulla zona di ripresa.

Abbiamo parlato anche di domotica, la disciplina che si occupa dell’ automazione della casa. Le centrali di allarme possono anche gestire degli automatismi o controllare altre cose oltre che il sistema di antifurto. Molto utile ad esempio l’interfaccia con i cronotermostati wifi per l’accensione e lo spegnimento della caldaia e dei condizionatori d’aria. Molto utile per il risparmio energetico.

Il linguaggio IFTTT permette anche l’attivazione di automatismi quando accade un certo evento. Ad esempio possiamo programmare l’abbassamento delle tapparelle quando le previsioni meteo indicano pioggia imminente in zona, oppure accendere una determinata luce al crepuscolo o all’attivazione di un un sensore di movimento.

Se la centrale è il cuore del sistema i sensori di rilevamento e di passaggio sono i suoi occhi insieme alle telecamere. I sensori, tramite rilevamento della variazione di calore in caso di quelli PIR, si accorgono della presenza di una persona ed inviano un segnale di allarme. Possono essere montati all’ aperto oppure esternamente e si accorgono della differenza del passaggio di un animale o di una persona.

Come ci accorgiamo del furto in atto. La centrale può inviare SMS, messaggi di posta oppure chiamare direttamente il padrone di casa tramite combinatore telefonico. Si usa la linea fissa oppure quella mobile tramite sim card integrata. Il futuro è alle porte.

Per migliorare la navigazione in questo sito usiamo i cookies. Ci dai il permesso? Più informazioni